Squeeze Play

Andare in basso

Squeeze Play

Messaggio  Admin il Gio Ott 02, 2008 1:06 pm

Il poker è un gran gioco perchè si gioca contro altri giocatori e non contro la casa. Per questo motivo, non puoi utilizzare una strategia generale come con il blackjack o la roulette, ma hai bisogno di adattarti ai giocatori seduti al tuo tavolo. Giochi contro persone, e a queste persone piace mentire di tanto in tanto. E' grazie al bluff che puoi vincere un piatto che in realtà non era destinato a te se si fosse giunti allo showdown. Questa è anche la ragione per cui le persone, giocando l'una contro l'altra, non finiranno mai in break even nel lungo periodo.

Uno dei miei bluff preferiti è lo squeeze play. Questa è una giocata in cui fai un grosso re-raise dopo che 2 persone sono già entrate nel piatto, dove la prima aveva rilanciato e la seconda aveva chiamato. Il raiser iniziale ora è intrappolato tra te e il secondo giocatore. Questo è lo "squeeze". Il raiser iniziale potrebbe ricevere le giuste pot odds per chiamare il tuo re-raise, ma visto che ha ancora qualcuno dopo di lui che ha chiamato il suo rilancio, e non ha idea su cosa farà questo giocatore, sarà dura per lui fare questo call, e dovrebbe passare davvero la sua mano. Il secondo giocatore pensava che la sua mano fossa abbastanza buona per chiamare il primo rilancio in posizione, ma ora si ritrova contro un re-raise e fuori posizione. E' probabile che anche questo giocatore folderà, e tu vincerai il piatto.

E' una sensazione stupenda quando il tuo squeeze ha successo, e puoi vincere un sacco di chips con esso se i bui sono abbastanza alti. Tuttavia, ci sono un paio di cose che devi considerare affinché la giocata abbia successo.

1. Prima di tutto hai bisogno di una ragione per credere che il raiser iniziale non abbia una mano abbastanza buona con cui chiamare il tuo re-raise. Una sorta di tell sarebbe ovviamente molto utile, ma in generale hai semplicemente bisogno di prestare attenzione, e vedere quali dei giocatori sono aggressivi e quali rilanciano regolarmente con mani marginali.

2. Il secondo giocatore deve limitarsi a chiamare il rilancio, non deve controrilanciare. Se lui piazza un re-raise vorrà dire che ha una mano molto forte che molto probabilmente non riuscirai a fargli foldare. Se lui si limita a chiamare il rilancio iniziale, potrebbe avere un'ampia varietà di drawing hands che è disposto a giocare contro un rilancio, ma non contro un secondo.

3. Devi avere un'immagine al tavolo molto solida, preferibilmente da giocatore molto tight. Per cui non provare questa giocata dopo essere appena stato pescato in bluff. Se hai visto solo un paio di showdowns nell' ultima ora, deve essersi tratto di mani buone.

4. Cerca di non fare questa mossa una seconda volta nella stessa sessione (anche se la prima volta avevi davvero una mano). E' una grossa giocata, e non passerà certo inosservata.

Uno squeeze play effettuato con successo può premiarti con un sacco di chips durante le fasi cruciali di un torneo e può fare la differenza di cui hai bisogno per una grossa vincita.

Ecco un esempio di uno squeeze play tratto dalle WSOP 2004:

E' il tavolo finale e sono rimasti in 7 giocatori:

Small Blind Glen Hughes $2,375,000
Big Blind David Williams $3,250,000 aq
1 Josh Arieh $3,890,000 k9
2 Al Krux $2,175,000
3 Greg Raymer $7,920,000 a3
4 Matt Dean $3,435,000
5 Dan Harrington $2,320,000 62

I bui erano 40,000 e 80,000 con 10K di ante, quindi il piatto iniziale era già 190K.

Josh Arieh ha aperto con un rilancio di 225,000, poco meno di 3 volte il big blind. Lui era sicuramente uno dei giocatori più attivi al tavolo.

Al Krux ha foldato la sua mano.

Greg Raymer non vedeva carte da un po' di tempo e ha deciso di entrare nell'azione per una volta chiamando con A2 suited.

Matt Dean ha foldato la sua mano.

Dan Harrington avrebbe potuto semplicemente foldare i suoi 62 , ma il call di Greg Raymer ha creato il perfetto scenario per uno squeeze. Il tavolo era relativamente loose, e i giocatori erano spesso tentati di chiamare quando ricevevano le giuste pot odds, quindi un rilancio standard di 500K non sarebbe stato abbastanza in questa situazione. Di conseguenza, Harrington ha rilanciato a 1,200,000.

Glen Hughes ha foldato la sua mano.

David Williams ha ricevuto la mano migliore (AQ), ma sfortunatamente per lui non ha potuto giocare la sua mano in quanto si trovava di fronte ad un rilancio, un call e ad un grosso re-raise, e quindi ha passato la sua mano.

Josh Arieh non si è sentito di giocare i suoi K-9 con altri due giocatori che avrebbero parlato dopo di lui, e quindi ha passato la sua mano.

Greg Raymer si è quindi immaginato che il suo asso fosse dominato da un asso con un kicker migliore o che si trovasse contro una coppia media o una coppia alta. In entrambi i casi non era molto vicino alle pot odds delle quali avrebbe avuto bisogno e così anche lui ha foldato la sua mano.
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 135
Data d'iscrizione : 01.10.08
Età : 33
Località : Roma

Visualizza il profilo http://pokerclub.forum.st

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum